Go to top
  • La Rivoluzione Giottesca raccontata attraverso un secolo di Storia
Cappella degli Scrovegni

Il monumento capofila della candidatura, rappresenta l’opera ad affresco meglio conservata di Giotto ed il suo capolavoro. Scene della vita di Cristo e della Vergine, figure di profeti e allegorie scorrono entro cornici geometriche sotto il cielo stellato blu della volta e accompagnano il visitatore alla visione maestosa del grande Giudizio Universale dipinto in controfacciata.

Anche i Musei civici agli Eremitani ospitano testimonianze uniche della pittura trecentesca padovana: la Croce di Giotto, proveniente dalla Cappella degli Scrovegni, gli affreschi staccati di Pietro e Giuliano da Rimini, le tavole di Guariento dalla Cappella della Reggia Carrarese, l’affresco staccato Madonna dell’Umiltà di Cennino Cennini. E’ il luogo di conservazione che riunisce al proprio interno documenti preziosi che collegano e integrano le opere diffuse nel territorio cittadino.